Facciamo il bucato!

Oggi vi vogliamo proporre un’attività di vita pratica da fare con i vostri bambini: lavare i panni.
Questa idea è nata dalla passione di nostra figlia per il libro “Nenè con l’acqua fa da sé” (di Ruggero Poi,Sabina Colloredo,Giulia Orecchia, editore Carthusia).
Questo libro racconta di un bambino che per aggiustare il rubinetto che sgocciola, si ritrova bagnato da capo a piedi e vuole rimediare stendendo i panni ad asciugare.
Anche a nostra figlia piace un sacco giocare con l’acqua e quindi abbiamo organizzato questa attività sulla falsa riga del libro.

Abbiamo creato la postazione del bucato in giardino ma può essere fatta sia all’interno che all’esterno, tenete conto che andrà acqua ovunque!

Di seguito vi proponiamo diverse attività: lavare, stendere e stirare. Chiaramente vanno adattate al bambino in base all’età e all’interesse. Per esempio un bambino molto piccolo potrà lavare i panni e magari metterli sullo stendino ma non riuscirà a mettere le mollette. Ricordatevi di non forzare il bambino, l’attività deve essere diverte e non frustrante, c’è un momento per ogni cosa.

Lavare i panni:

Occorrente:

  • 2 bacinelle
  • Panni da lavare (piccoli vestiti del bambino o vestiti per le bambole)
  • un cesto da bucato
  • Sapone (meglio se di Marsiglia, saponetta o da scogliere nell’acqua)
  • Straccio (per asciugare le eventuali fuoriuscite di acqua)

La prima bacinella verrà utilizzata con acqua tiepida e sapone per lavare i panni, mentre nell’altra ci sarà solo acqua tiepida per il risciacquo.

La prima volta che si esegue questa attività mostrate al bambino lentamente e spiegando verbalmente come si svolge il tutto. Ad esempio dicendo: “Prendo un vestito dal cesto, lo metto nella prima bacinella che contiene acqua e sapone e lo strofino. Dopo lo metto nella seconda bacinella che contiene solo acqua per togliere il sapone e lo strizzo.”

Una volta terminato di lavare i panni, i bambini possono passare alla postazione successiva per stenderli.

Stendere il bucato:

Occorrente:

  • Un piccolo stendibiancheria ad altezza bambino
  • Mollette per il bucato di legno

Stendere il bucato è un attività che aiuta a sviluppare la motricità fine, il coordinamento occhio-mano e affina la concentrazione. Aprire la molletta e poi chiuderla con dentro il panno da stendere per noi è un attività banale ma non è affatto semplice. Per i bambini più piccoli si possono utilizzare le mollette da bucato di una volta, quelle senza molla che vanno infilate senza doverle aprire.
Inoltre stendere il bucato fa esercitare ai bambini gli stessi muscoli che poi utilizzeranno per scrivere.

Come in precedenza mostrate e spiegate l’attività al bambino che andrà a svolgere.

“Prendo un vestito lavato dalla cesta lo sbatto due volte, appoggio il vestito sulla corda dello stendino cercando di piegarlo a metà, prendo la molletta da bucato e fisso il vestito.”

Stirare:

Occorrente:

  • Un piccolo asse da stiro ad altezza bambino
  • Ferro da stiro (per i bambini piccoli un ferro da stiro finto, per i bambini più grandi si può utilizzare un piccolo ferro da stiro da viaggio regolando la temperatura al minimo)

Stirare è sicuramente la faccenda domestica meno amata in assoluto, ma per i bambini, che non chiedono altro che poter imitare i genitori in tutto e per tutto, sarà sicuramente un attività apprezzata.

Per i più piccini l’idea è quella che stirino per finta con il ferro da stiro finto, poi, man mano che crescono, si può insegnare loro a stirare dei fazzoletti e anche a piegarli. Per i più grandi si può acquistare un ferro da stiro piccolo da viaggio regolando la temperatura al minimo, in modo che il bambino non si bruci, fino a quando prende destrezza nell’attività.

 

Lo stendino lo potete trovare qui

L’asse da stiro con ferro da stiro qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *